IBBA

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

Sede di Milano:

La sede centrale dell'IBBA e i Laboratori di Biosintesi Vegetali sono in

Via Edoardo Bassini nr. 15 (ingresso via Corti nr. 12), 20133 Milano

Direttore: Dott. Aldo Ceriotti

tel. +39 0223699 430-444 fax. +39 0223699 411

E-mail segreteria: segreteria*ibba.cnr.it (1)

E-mail PEC: protocollo.ibba*pec.cnr.it (1)

E-mail direttore: direttore*ibba.cnr.it (1)

Come raggiungerci (Google Maps)

(1) per evitare problemi di spamming il simbolo @ è stato sostituito da *


I laboratori “Biosintesi Vegetali” derivano dall’Istituto Biosintesi Vegetali (IBV) costituito nel 1974. L’IBV, a partire dal 1985, è stato iscritto nell'albo dei laboratori altamente qualificati previsto dalla legge 46/82 e nel 1999 è stato definito come "centro di eccellenza" dal Comitato Scienze Agrarie del CNR. L’IBV è stato diretto dal 1974 al 1983 dal prof. Giuseppe Torti e dal 1983 alla costituzione dell’IBBA (2002) dal dott. Alcide Bertani. Mediante approcci multidisciplinari (biochimici, genetici, biologico molecolari, fisiologici, informatici) gli indirizzi scientifici perseguiti nel tempo sono stati: comprensione dei processi di regolazione che presiedono alla crescita, differenziazione e acquisizione-mantenimento delle caratteristiche funzionali, metaboliche e produttive della pianta; sviluppo di tecnologie e biotecnologie utili per gli studi in atto e per le uscite applicative delle conoscenze acquisite. Principali prodotti delle ricerche: pubblicazioni su riviste JCR (oltre 300 dal 1974 al 2002); alcuni brevetti in campo biotecnologico; numerose sequenze depositate in banche dati internazionali; metodologie di produzione metaboliti e proteine di interesse industriale e farmacologico; nuovi materiali biologici (piante e tessuti vegetali transgenici). Nel febbraio del 2002, a seguito del processo di riordino e accorpamento degli organi di ricerca del CNR, l’IBV è confluito in un nuovo istituto denominato Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria (IBBA) divenendone il nucleo più consistente. Dal 2005 l’IBBA ha trasferito la propria sede in un nuovo edificio, sempre in Via Bassini 15 a Milano. La struttura “Biosintesi Vegetali” è articolata in 6 laboratori specializzati (radioisotopi; microbiologia; analisi chimiche strumentali; colture cellulari; acquisizione immagini, genomica), 6 laboratori di tipo biochimico/biologico-molecolare e alcune strutture d’appoggio. E’ abilitata all’utilizzo di MOGM di classe 1. Le principali linee di ricerca in atto, in diretta e naturale continuazione con quanto svolto in precedenza, sono riconducibili a: Biologia molecolare e funzionale delle proteine dei semi di cereali e leguminose; Meccanismi molecolari che regolano il traffico proteico intracellulare nella cellula vegetale; Basi biochimiche, fisiologiche e molecolari dell'adattamento della pianta a variazioni ambientali e/o all'introduzione di modifiche genetiche; Piante non food per energia rinnovabile; Sviluppo tecnologie e biotecnologie di interesse agrario e industriale. Lo sviluppo di tecnologie e biotecnologie è il principale punto di contatto, integrazione culturale e collaborazione fra le varie realtà dell’IBBA.

Personale attualmente in organico operante presso la sede di Milano: 2 dirigenti di ricerca, 14 ricercatori, 7 collaboratori tecnici, 3 funzionari di amministrazione, 1 collaboratore di amministrazione, 6 operatori tecnici, 1 ricercatore a tempo determinato -  5 assegnisti di ricerca, 3 associati di ricerca.

 
You are here